Badia Polesine

Palazzi

Oltre agli importanti monumenti elencati sopra, sull'asse principale della città di Badia Polesine troviamo interessanti palazzi che lo stesso ufficio Turismo della Provincia di Rovigo in accordo con l'Assessore al Turismo del Comune di Badia Polesine, ha ritenuto importante evidenziare con una adeguata segnaletica turistica.
Transitando per le vie della nostra città con partenza da via Roma e proseguendo per via San Giovanni, via Sant'Alberto, via degli Estensi, via San Rocco per concludersi in via Pinzon è possibile ammirare i numerosi palazzi che abbelliscono e rendono accogliente la città di Badia Polesine.
 
Villa Turchetti
In puro stile Liberty, costruita nel 1905 a tre piani e caratterizzata da una torretta che si innalza sul lato sinistro. L'interno è decorato con eleganti stucchi sempre nel rispetto dei canoni artistici dell'epoca.
Recentemente la villa, di proprietà privata, è stata restaurata ed è oggi sede dell'INPS.
(via Roma)
 
Mercato coperto
Nel primo Novecento un edificio venne demolito per far posto al nuovo Mercato Coperto, palazzo in stile gotico-vneziano il cui progettista fu senza dubbio influenzato dal Palazzo Ducale di piazza San Marco a Venezia.
Di proprietà comunale, è stato recentemente restaurato e destinato, ormai da alcuni anni, a sede degli Uffici Finanziari, mentre al piano terra è stata ricavata una spaziosa Sala Civica per iniziative varie e culturali.
(via Don Minzoni)
 
Palazzo Rosini
Signorile edificio del XVI secolo, ma come tanti palazzi di Badia Polesine, rimaneggiato in epoca moderna, conserva al suo interno una stanza decorata nell'Ottocento, dal pittore ferrarese, Francesco Saraceni, lo stesso che nel 1855 lavorò all'interno del Teatro Sociale.
(via San Giovanni)
 
Palazzo Bassi
Risale al XVII secolo ed uno dei pochi palazzi badiesi la cui facciata è rimasta integra fino ai giorni nostri. Invece al pianoterra sotto i portici, perde l'antico e importante portale d'ingresso come quasi tutti gli antichi ed eleganti portali dei palazzi badiesi che sono stati sostituiti dalle moderne vetrine degli esercizi commerciali indispensabili in epoca moderna a contribuire all'economia e alla vivacità della città stessa.
(via San Giovanni)
 
Palazzo Picinali
L'edificio è della fine del 1700. I restauri e i pesanti interventi eseguiti negli anni Venti e Quaranta del secolo scorso ne hanno fatto perdere l'unità stlistica.
(via Sant'Alberto)
 
Palazzo Rossi
Costruito nel secolo XVIII ospita oggi la sede della Biblioteca Civica.
All'interno del palazzo importante è lo scalone in pietra tenera ed eleganti sono gli stucchi originali che decorano alcune stanze del palazzo stesso.
(via degli Estensi)
 
Palazzo Gulinelli
L'edificio è del tardo 1500 e la facciata sul cortile conserva il cornicione in cotto di tale periodo mentre nel secolo XVIII è stata rifatta la facciata su via degli Estensi.
L'interno ha gradevoli decorazioni eseguite nel primo Novecento.
(via degli Estensi)
 
Villa Finzi
Costruita alla fine dell'Ottocento da Emanuele Finzi, proprietario dell'importante mulino Finzi, una delle più importanti industrie sorte a Badia Polesine, alle fine dell'Ottocento.
Nel 1938, il comune di Badia Polesine acquista la villa e per tanti anni è sede scolastica. Da qualche anno la villa è chiusa e in attesa di restauro. Le stanze al primo piano conservano ancora, in ottimo stato, le originali decorazioni eseguite con raffinato gusto.
(via Pinzon)